Astoria: la nave che visse undici volte…

Astoria: la nave che visse undici volte…

La nave che visse undici volte, che con la sua prua rinforzata per tagliare il ghiaccio fece affondare in mezzo all’Atlantico sessant’anni fa l’Andrea Doria, è ferma a una banchina del Terminal Crociere del Porto di Bari.Il suo undicesimo nome è “Astoria”, ma è conosciuta soprattutto con il suo primo nome, Stockolm, la rompighiaccio svedese

La nave che visse undici volte, che con la sua prua rinforzata per tagliare il ghiaccio fece affondare in mezzo all’Atlantico sessant’anni fa l’Andrea Doria, è ferma a una banchina del Terminal Crociere del Porto di Bari.Il suo undicesimo nome è “Astoria”, ma è conosciuta soprattutto con il suo primo nome, Stockolm, la rompighiaccio svedese in servizio tra Stoccolma e New York che il 26 luglio del 1956 sventrò la fiancata dell’Andrea Doria, facendola affondare.

Quarantasei furono le vittime del transatlantico italiano, cinque quella della nave svedese che arrivò a New York il giorno successivo, con 327 passeggeri e 245 membri dell’equipaggio dell’Andrea Doria, e proseguì la sua vita in mare, iniziata il 21 febbraio del 1948 sotto le insegne della Swedish America Line, e mai più interrotta.

Oggi è un’anziana nave di piccole dimensioni, se comparata a navi da crociera che arrivano a superare le duecentomila tonnellate di stazza lorda.

Qui siamo a sedicimila e i passeggeri, a pieno carico, non sono mai più di cinquecento. Conseguenza di interventi continui sullo scafo e di passaggi altrettanto frenetici da un proprietario all’altro.
L’ultimo a marzo del 2016, quando l’Athena diventa Astoria.

 

Claudio Masciopinto

Resp. C.R.E.ST.A.

 

Ph: Fernando Allegrezza

 

manu82
EDITOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos